Biodinamicavda

0 comments

Sabato 18 aprile tutti all’Hortus Inclusus

Un appello per chi desidera contribuire alla nascita di un orto-giardino collettivo
nel cuore di Aosta, un luogo in cui far sbocciare felicità e sogni.

L’Associazione di Agricoltura Biologica e biodinamica della Valle d’Aosta è lieta di invitare tutta la cittadinanza a dare vita ad un nuovo orto cittadino.

Dal 2010 ad oggi la collaborazione dell’Associazione con l’Arch. Valérie Obino e la biologa Lucia Bich ha portato già alla realizzazione di diversi orti scolastici (Primaria St. Pierre, Orto Milò e Orto din don ad Aosta, Orto della scuola media di Villleneuve) e alla creazione di un’efficace rete di collaborazioni sul territorio.
In questo caso è grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale (Assess. Politiche sociali) e della Cooperativa per l’Autogestione degli anziani che il gruppo di lavoro ha ideato un progetto capace di ridare nuova linfa, è proprio il caso di dirlo, all’area degli orti comunali di via Carabel (zona Tourneuve/Roncas) storicamente dedicata agli anziani. Accanto ad una collaborazione con la San Vincenzo de’ Paoli cominciata un anno fa, si è iniziata a ripulire un’area di circa 300 mq per dare finalmente il via all’Hortus inclusus, un orto pur tutti (grandi e piccini senza limiti di età) all’interno dell’area verde più vasta della zona intra muros della città.
Non si tratta di una grande terreno che sarà diviso in piccoli appezzamenti, come accade già con gli orti urbani, ma qui la terra sarà unica: si lavorerà fianco a fianco, in équipe, per far emergere la peculiarità di questo luogo.
L’appuntamento è per le ore 14.30 in fondo a via Carabel (ingresso orti con accesso da piazza Roncas) per una sessione pratica (aratura e concimazione terreno e presentazione del cronoprogramma) con aperitivo finale verso le ore 18.30 (ciascuno metterà qualcosa in condivisione).
Gli scopi di questo orto collettivo sono consentire:
– a chi non possiede un proprio orto di imparare i metodi dell’agricoltura biologica e biodinamica,
– a ciascuno (proporzionalmente al tempo dedicato all’attività) di ricevere parte del raccolto,
– a tutti di intessere nuove relazioni e lavorare con uno spirito conviviale,
– di nutrire non solo il corpo (consumando cibi di qualità e facendo scelte alimentari consapevoli) ma anche il proprio spirito (lasciando agire il potere terapeutico del verde e del contatto con la terra),
– ai bambini di partecipare ad attività ludico/didattiche sporcandosi le mani e accompagnando i propri genitori o parenti,
– di riqualificare un’area pubblica e di valorizzare il patrimonio territoriale e paesaggistico nella costruzione di biodiversità e di ricchezza durevole per la comunità.
I partecipanti dovranno iscriversi all’Associazione (25 € il costo della tessera comprensiva di copertura assicurativa) e sono pregati di venire muniti di guanti, scarpe e abbigliamento adatti ed eventualmente zappa o rastrello.

Leave A Comment